Lettori fissi

20 febbraio 2018

BISCOTTI VERDI DELLO ZIO STEFANO (senza glutine e senza lattosio)

Buongiorno a tutti...
Oggi volevo proporvi una ricetta un po' particolare, per creare dei pasticcini senza glutine e senza lattosio. Ovviamente, la preparazione è a cura dello Zio Stefano, il nostro esperto di cucina gluten e lactose free.

Ecco gli INGREDIENTI:
  • 125 gr. di avocado;
  • 120 gr. di zucchero;
  • 1 uovo;
  • 250 gr. di farina senza glutine ( io ho usato Mix C " Dr.Schaer");
  • eventualmente cioccolato fondente per decorare.

Ed ecco il PROCEDIMENTO:
  • Per prima cosa si cura l'avocado, rimuovendo l'osso e la buccia. Quindi si mette la polpa tagliata a pezzetti in una ciotola e la si maciulla. Io ho usato una forchetta e una buona dose di olio di gomito, se si preferiscono metodi alternativi come il frullatore a immersione...a proprio rischio.
  • Sempre con l'aiuto di una forchetta si aggiunge l'uovo e, successivamente, lo zucchero. L'amalgama sarà piuttosto liquido. Per ultima va aggiunta la farina.
  • A questo punto occorre mescolare bene con le mani tutti gli ingredienti finché non si otterrà un impasto simile a una frolla. Come si può notare anche dalle foto, l'avocado spappolato con la forchetta lascia qualche residuo solido all'interno dell'impasto.
  • Dare all'impasto la forma che si desidera (io ho creato ferri di cavallo e dischetti). I biscotti ottenuti, riposti in teglia vanno messi in forno preriscaldato a 180° e lasciati cuocere per un quarto d'ora almeno. È indicativo comunque alla cottura il momento in cui smettono di essere verdi fluorescenti e assumono un colorito più "classico" da biscotto.
  • Una volta raffreddati, i biscotti si possono consumare tal quali o decorare a piacere. Io ad esempio mi sono limitato a sciogliere a bagnomaria del cioccolato fondente nel quale poi ho immerso parte dei miei biscotti, in modo da ottenere l' effetto "juventino"
  • Consiglio finale: non bisogna buttare tutta la farina assieme nell'impasto, è preferibile dosarla ed eventualmente, nel momento in cui la "palla" sembrasse diventare troppo solida, metterne meno del dovuto.


Sperando di avervi incuriosito e ingolosito, vi diamo appuntamento al prossimo post..

23 gennaio 2018

DEGUSTABOX DI GENNAIO

Buongiorno a tutti!

Oggi volevo tornare a parlarvi di Degustabox, la box ad abbonamento che ogni mese porta a casa vostra tanti prodotti golosi ad un prezzo piccolo piccolo.


Il tema della box di gennaio era la colazione perfetta, ed il contenuto era a dir poco favoloso!
Ecco nello specifico i prodotti che sono stati inclusi:
  • Latte Zymil BIO senza lattosio, il latte che coniuga il gusto e la digeribilità proprie di Zymil con le caratteristiche di autenticità proprie del mondo biologico.
  • Caffè Vergnano, il caffè 100 % arabica prodotto nella più antica torrefazione d'Italia, disponibile in macinato per moka, in cialde e in capsule compatibili Nespresso e Lavazza a Modo Mio.
  • Semplicissimi Doria, i nuovi frollini Doria, prodotti proprio come li faremmo in casa! Sono i biscotti che vantano la lista ingredienti più corta possibile, senza aromi, conservanti, OGM e grassi idrogenati. Nella box sono presenti due dei gusti disponibili, Latte e Cacao e Miele d'Acacia.
  • Gran Pasticceria Tortina Original Loacker, l'inimitabile tortina di wafer al cioccolato ripiena alla nocciola, ideale per uno spuntino di incredibile dolcezza.
  • Buondì Motta integrale, il nuovo Buondì per chi ama il benessere senza rinunciare al gusto! Con una glassa golosa, fiocchi d'avena, semi di lino e di girasole tostati. Nella Box è presente anche un buono sconto per acquistare un'altra confezione.
  • Gallette di farro e mais bio Poggio del Farro, ottime spalmate di miele o marmellata a colazione, con formaggi spalmabili, guacamole o hummus a pranzo, o anche da sole, per una pausa di salute.
  • Confettura Naturrein Darbo, prodotte oggi come allora, seguendo l'antica ricetta di famiglia, utilizzando solo frutta di ottima qualità riscaldata e rimestata con cura per conservare al meglio l'aroma della frutta.
  • Crema Pasticcera al Cacao Pronta Nonna Anita, senza glutine, senza grassi idrogenati e senza olio di palma. Ideale come farcitura per biscotti, macaron, per gustosi dolci al cucchiaio... o da sola, se siete veri golosi!
  • Preparato per Crepes Nonna Anita, senza glutine, senza grassi idrogenati né olio di palma, è idoneo per preparare velocemente crepes aggiungendo solo acqua, perché le uova sono già integrate nel preparato. Più comodo di così!
  • Valfrutta 100% Frullato Veggie, i nuovi mix di frutta e verdura selezionate e garantite da Valfrutta senza conservanti, aromi e coloranti, 100 % vegan, e senza conservanti, aromi e coloranti. Ogni bicchiere apporta circa 2 porzioni di frutta e verdura, indispensabili per una dieta sana.

Come potete vedere, si tratta di una selezione di prodotti golosi, e soprattutto utili, che abbracciano ogni gusto. Ho apprezzato in particolar modo la presenza di due prodotti specifici pensati per celiaci, ma godibili anche da chi non ha problemi di intolleranza al glutine.

E voi, siete già iscritti a questo fantastico servizio? Che cosa ne pensate?
Se non lo siete ancora, ma vorreste provarlo, potete iscrivervi cliccando questo link che vi lascio, che vi permetterà di acquistare la prima box scontata.


Sperando di rileggerci presto, vi auguro un buon proseguimento di settimana..

20 gennaio 2018

Pasticcini di frolla montata gluten free dello Zio Stefano

Bentornati a tutti, e buon week end!

Oggi, come ho già svelato a chi mi segue anche sul mio profilo Instagram, vi suggerirò come ottenere un fine settimana ricco di dolcezza. Ecco a voi, infatti, i Pasticcini di frolla montata gluten free dello Zio Stefano. Ve li consiglio di cuore, magari accompagnati da un caffè o da una tisana, sono una tentazione a cui non riuscirete a far a meno.


Eccovi quindi gli INGREDIENTI:
  • 250 gr Mix C "Dr. Schaer"
  • 175 gr burro
  • 100 gr zucchero a velo
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di sale
  • Aromi a piacere (in questo caso una grattugiata di scorza di limone)


Ed ecco anche il PROCEDIMENTO:

     
  • Mettere in una ciotola il burro (morbido, lasciato fuori dal frigo per qualche ora), gli aromi e lo zucchero a velo. Con uno sbattitore elettrico o una planetaria sbatterlo per bene finché non è bello spumoso. È importante che gli aromi vengano aggiunti al burro a inizio lavorazione
    in quanto è lui il principale esaltatore degli stessi.
  • Aggiungere al composto l'uovo, precedentemente messo in una ciotola, al quale è stato aggiunto il pizzico di sale.
  • Quando il composto è amalgamato e bello morbido, si aggiunge la farina setacciata. Questo passaggio si può fare anche con l'aiuto di una marisa. 
  • A questo punto si fanno i biscotti in una teglia aiutandosi con una sparabiscotti (nel caso la si sappia usare) o, come in questo caso, con una sac-a-poche. I biscotti si possono cuocere tal quale o decorare, dando sfogo alla propria fantasia. Alcuni esempi di decorazione potrebbero essere frutta candita, frutta secca (tal quale o in granella), cannella...o un cucchiaio di cacao nell'impasto.
  • Infornare alla fine per 10-15 minuti a 180 gradi.


Sperando di avervi dato un buon consiglio in cucina, vi auguro uno splendido fine settimana...
A presto!






15 gennaio 2018

BIGOLI ALLA CARBONARA

Ve lo confesso, noi a casa ADORIAMO Alessandro Borghese. La TV a casa è costantemente piazzata sul canale 8, e il nostro programma preferito è Quattro Ristoranti. Proprio l'altro giorno erano in sfida quattro trattorie romane, a colpi di amatriciana, trippa e “cacio e pepe”. Ma la regina della sfida è stata lei, la mitica Carbonara!


E quindi ieri sera, ingolositi, anche noi ci siamo preparati un fantastico piatto di Bigoli alla Carbonara.

Ecco gli ingredienti che ho utilizzato per 2 persone:
  • 250 gr. di bigoli;
  • 4 fette di guanciale (circa 200 gr.);
  • 2 tuorli d'uovo;
  • 1 cucchiaio di pecorino;
  • pepe.

Ecco come ho proceduto:
  • Innanzitutto ho tagliato il guanciale a cubetti, l'ho messo in una padella e l'ho fatto soffriggere fino a renderlo croccante.
  • Nel frattempo ho sbattuto i due tuorli con un pizzico di pepe e un cucchiaio di pecorino.
  • Ho fatto cuocere i bigoli in abbondante acqua salata, e li ho scolati leggermente al dente.
  • Ho aggiunto i bigoli al guanciale, e ho fatto mantecare velocemente con il composto di uova e pecorino.
  • Ho servito con un'ulteriore spolverata di pecorino.

Nella speranza di poter gustare un giorno un piatto di vera Carbonara in una tipica trattoria romana, ho comunque adorato anche questa versione, anche se in futuro aggiungerò un altro tuorlo perché la preferisco più cremosa.


Con questo vi saluto, e vi do appuntamento a presto..

9 gennaio 2018

MAGIC-PASTA AI CARCIOFI

Buongiorno a tutti...

In questo ultimo periodo sto rispolverando un prodotto conosciuto grazie all'attività di blogger, e che da subito ho amato per la sua utilità. Sto parlando di Magic Cooker, il coperchio grazie al quale possiamo cucinare con meno grassi sfruttando il vapore naturalmente prodotto durante la cottura e veicolato dalla speciale forma del coperchio stesso.

Oggi vi presento una MAGIC-PASTA AI CARCIOFI.


Questi gli ingredienti per 2 persone:
  • 180 gr di gnocchetti sardi;
  • 500 gr di fondi di carciofi surgelati;
  • 1 cucchiaio di olio evo;
  • 1 cucchiaio di estratto vegetale Nahrin;
  • Aglio;
  • Prezzemolo;
  • Grana grattugiato a piacere.

Ecco la preparazione:



  • Innanzitutto ho fatto scaldare qualche minuto la padella sulla fiamma viva, quindi ho versato i fondi di carciofo surgelati e mezzo bicchiere d'acqua e ho coperto con Magic Cooker. Ho lasciato cuocere per 5 minuti, senza alzare il coperchio, sempre a fuoco alto.
  • Trascorsi i 5 minuti, ho tagliato a quarti i fondi di carciofo, ho aggiunto un cucchiaio di olio evo, uno di estratto vegetale Nahrin, abbondante prezzemolo e aglio tritati finemente. Ho aggiunto un ulteriore bicchiere d'acqua, ho mescolato e ho rimesso sulla fiamma viva, coprendo di nuovo con Magic Cooker. Ho lasciato cuocere altri 5 minuti.
  • A questo punto, ho aggiunto la pasta, ho mescolato per bene e ho aggiunto ancora dell'acqua, fino a coprire il tutto. Ho rimesso la padella sul fornello, ma ho abbassato la fiamma e ho continuato la cottura per i minuti indicati sulla confezione.
  • Infine, ho impiattato la pasta, e ho servito con abbondante grana grattugiato.

Come vedete, i condimenti utilizzati sono davvero pochi, quindi il piatto risulta molto leggero. Inoltre, la cottura di Magic Cooker mantiene inalterati i sapori delle verdure, così i nostri piatti saranno più golosi e con meno “schifezze”.
Conoscete o usate il sistema Magic Cooker? Come vi trovate?

Sperando di conoscere il vostro punto di vista e di leggervi presto, vi saluto...

8 gennaio 2018

Le recensioni dello zio Stefano : Amo Essere Senza Glutine

È passato tanto tempo dall'ultima recensione. Tanto che rileggendo i post mi rendo conto sono cambiate diverse cose! E molti nuovi prodotto sono stati messi sul mercato. Quindi, prima di partire con nuove recensioni ho deciso di "aggiornare" le categorie già visionate.

In particolare vorrei soffermarmi su una nuova linea di prodotti nominata Amo essere senza glutine, reperibile nei negozi della catena Eurospin.


Ecco dunque i primi prodotti che vado descrivendo:

  • PREPARATO PER PANE E PIZZA: voto 7 1/2
Il prodotto finale è buono. L'impasto lievita ma non troppo. Forse (e dico forse) si può percepire anche una lievissima nota di integrale. E nel pacchetto è compresa pure una bustina di lievito.

  • FROLLINI AL COCCO: voto 9-
Beh, qui assegnare un voto è stato semplicissimo. Essendo gli stessi identici spiccicati biscotti della "Molino di ferro" mi è bastato rileggere la recensione pubblicata il 20/06/14 e fare copia e incolla.

  • PASTA: voto 8+++
Creata mixando farine di riso e mais, si trova nei classici formati a fusilli, penne rigate e spaghetti. Ed è proprio quest'ultimo formato a determinare il successo di questo prodotto: in un mondo dove gli spaghetti senza glutine possono arrivare a SCIOGLIERSI letteralmente nell'acqua di cottura, trovare una marca che superi alla grande questo scoglio sembra quasi un utopia. Ma loro sono riusciti a farcela!!

  • CORNETTI GELATO: voto 9
Un ottimo gelato alla panna in un cono che sia un vero cono! Punta di cioccolato compresa! Che altro posso aggiungere di più?

Concludo con una altra nota positiva rispetto a questa linea: dal punto di vista concorrenziale non vi è partita, l'economicità di questi prodotti rispetto a tante altre marche in voga da anni arriva ad essere  imbarazzante!

Certi di rileggerci presto, vi saluto...


Immagini tratte dal web

3 gennaio 2018

L'Almanacco dello Zio Stefano

Caro 2017...
Come è successo per i tuoi predecessori, vediamo per cosa meriti di essere ricordato...


Ammetterai di essere stato un anno particolarmente "estremista".

In un solo anno Donald Trump ha fatto più casini di due legislature Bush. Anche se ad onor del vero, pure Kim Jong-un ci ha messo del suo.
Sei stato l'anno dei "presidenti quasi per caso" Emmanuel Macron e Sebastian Kurz.
Sei stato l'anno dei sexscandali del Mondo del cinema, partiti in America e giunti in Italia.
Sei stato l'anno della Catalogna che grida "Indipendencia".
E sull'onda di questo grido quest'anno il lombardo-veneto a suon di referendum può permettersi di gridare "Autonomia".
Sei stato l'anno del ritorno di Berlusconi in politica con una prepotenza proporzionale all'aumento delle scorte di Maalox nei cassetti di mio padre.
Sei stato l'anno della valanga di Rigopiano. Però sei stato anche l'anno della tanto attesa legge sul biotestamento. Legge giunta pochi mesi dopo la vicenda di dj Fabo.

Sicuramente sei stato l'anno di Francesco Gabbani e del suo amico primate.
Sei stato l'anno di "Saluta Antonio".
Sei stato l'anno in cui Amanda Lear è diventata il titolo di una canzone.
Sei stato l'anno di "E l'oscar per il miglior film va a... (ooooooohhh)...LA LA LAND!Congratulazioni! Ah no aspetta, ci siamo sbagliati".
Sei stato l'anno degli spinner.
Sei stato l'anno della love story tra Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez.
Sei stato l'anno versatile di Fedez, che piange alle Iene, litiga con Marracash via web e mostra l'anellazzo alla Ferragni.
Sei stato l'anno in cui i dirigenti Disney mangiando un Fonzie hanno detto "non possiamo rischiare di godere solo a metà" e hanno deciso così di comperarsi la 20 Century Fox.
Sei stato l'anno degli asteroidi sterminagenitori della pubblicità del Buondì Motta.

Sei stato l'anno di Neymar pagato due reni dal PSG.
E, restando in tema di calcio, noi ti malediremo a lungo perché ci hai portato via Francesco Totti dal calcio giocato, e ancor di più perché l'Italia è stata fatta fuori dai mondiali del prossimo anno per mano della Svezia.


Un anno di addii celebri specialmente nel mondo del cinema, con i saluti di Roger Moore e Jerry Lewis, ma anche Paolo Villaggio, Tomas Milian, Gastone Moschin. Senza contare altri Big come Paolo Limiti, Aldo Biscardi che ha vissuto quel tanto che gli è bastato per vedere il primo esperimento di moviola in campo, o il mago Zurlì che al contrario non è arrivato arrivato a festeggiare i 60 anni dello Zecchino d'oro per poco. E come non citare Gualtiero Marchesi, il primo chef 3 stelle Michelin tutto Made in Italy. E ancora Daniele Piombi, Nicky Hayden, Gianni Boncompagni, e la lista sarebbe ancora lunga...
Vogliamo parlare di frivolezze? Nessun problema.
Cosa ho dimenticato?